Università. Partenza anticipata per le preiscrizioni dall’estero - Shqiptari i Italisë

Studentët
Cominciano a luglio i test d’ingresso per le facoltà a numero chiuso, quindi le domande ai consolati andranno presentate molto prima
Il ministero: “Ci stiamo lavorando, ma ancora non c’è una data”

Roma, 19 febbraio 2013- Partirà prima, quest’anno, la corsa verso le università italiane degli studenti stranieri ancora residenti nei Paesi d’Origine. “Colpa” della decisione del ministro dell’Istruzione Francesco Profumo di anticipare i test d’ingresso alle facoltà a numero chiuso.

Finora i test si sono sempre tenuti a settembre, appena in tempo per far arrivare in Italia le aspiranti matricole. Secondo il sistema in vigore fino allo scorso anno, le domanda di preiscrizione presso i nostri consolati si presentavano tra maggio e giugno, per vedersi rilasciare il visto di ingresso solo alla fine dell’estate.

Profumo, però, tra gli ultimi atti del suo governo, ha firmato un nuovo calendario dei test per le facoltà a numero chiuso per l’anno accademico 2013-2014. Quelli per entrare a Medicina e Odontoiatria si terranno il 23 luglio, quelli per Veterinaria il 24 luglio, quelli per Architettura il 25 luglio. A fine estate si terranno invece i test per le professioni sanitarie, previsti per il 4 settembre.

“È giusto adeguare questo paese agli standard anglosassoni, al timing europeo. E dal 2014 tutti i test saranno spostati a metà aprile, è quello il periodo in cui nel resto d'Europa si sceglie chi entra nelle scuole superiori" ha spiegato Profumo. Protestano, invece, gli studenti, che avranno pochissimi giorni, dopo l’esame di maturità, per prepararsi ai test di ingresso.

Il nuovo calendario dei test costringerà a ritoccare anche quello delle preiscrizioni dall’estero, anticipandole sensibilmente rispetto agli scorsi anni.

I ministeri dell’Istruzione e degli Esteri stanno mettendo in moto una macchina complessa: le università definiscono i posti riservati agli studenti stranieri, questi presentano le domande ai consolati che, dopo averle girate agli atenei e ottenuto il via libera, rilasciano i visti di ingresso. Almeno per aspiranti medici, dentisti, veterinari o architetti, tutto deve concludersi entro luglio.

“È chiaro che bisognerà muoversi prima rispetto agli scorsi anni. Ci stiamo lavorando insieme alla Farnesina, ma ancora non abbiamo definito date precise” spiegano a Stranieriinitalia.it da Viale Trastevere. Il conto alla rovescia, comunque, è iniziato. A presto ulteriori aggiornamenti.

Elvio Pasca

Advertisement