Proposta semiseria per un nuovo inno leghista - Shqiptari i Italisë

Lifestyle

“Gridavamo Roma ladrona, … che peccato farsi sputtanare da un rimborso elettorale” oppure “Investimenti della Padania fra gli africani là giù in Tanzania”. “Ero padano, ma ora rubo come te, democristiano, socialista sembrerò” oppure “Rimediare un diploma al Trotta ci è costato più di una mignotta”.

Sono queste alcune frasi dell’ultimo inno proposto al Carroccio Radio2 Social Band, viste le ultime vicende interne della Lega nord.

E chissà se i leghisti non si riscoprono di nuovo italiani come dice l’inno di Luca Barbarossa e Virginia Raffaele: “Ora intono l’inno di Mameli, faccio il tifo ai prossimi mondiali, vello stomaco già sento il pugno, mi commuove Toto Cutugno” e da bravi italiani sapranno sempre cavarsela,  “Camicie verdi giù in Tanzania venderò”.

“Gridavamo Roma ladrona, … che peccato farsi sputtanare da un rimborso elettorale” oppure “Investimenti della Padania fra gli africani là giù in Tanzania”. “Ero padano, ma ora rubo come te, democristiano, socialista sembrerò” oppure “Rimediare un diploma al Trotta ci è costato più di una mignotta”.

Sono queste alcune frasi dell’ultimo inno proposto al Carroccio Radio2 Social Band, viste le ultime vicende interne della Lega nord.

E chissà se i leghisti non si riscoprono di nuovo italiani come dice l’inno di Luca Barbarossa e Virginia Raffaele: “Ora intono l’inno di Mameli, faccio il tifo ai prossimi mondiali, vello stomaco già sento il pugno, mi commuove Toto Cutugno” e da bravi italiani sapranno sempre cavarsela,  “Camicie verdi giù in Tanzania venderò”.

" width="540">

embed video plugin powered by Union Development