Olen Cesari e la sua International Clandestine Orchestra in un viaggio musicale intorno al mondo - Shqiptari i Italisë

Shqiptarë të Italisë
Un’emozione da non perdere, poter seguire live la straordinaria performance di Olen Cesari, una delle eccellenze albanesi nel campo della musica. Il suo prossimo concerto sarà all’Auditorium Parco della Musica di Roma giovedì 27 novembre nella Sala Sinopoli alle ore 21.00

Per chi non lo conoscesse, Olen Cesari è uno straordinario artista, virtuoso del violino e compositore eclettico. Lucio Dalla lo considerava uno dei più grandi al mondo. Il suo repertorio spazia dalla musica classica al jazz, dalla etnica alla world music.

Ha collaborato con le più grandi star internazionali e italiane: da Bob Dylan a Michel Petrucciani, da Lenny Kravitz ai Maroon 5, Sheryl Crow, Lucio Dalla, Claudio Baglioni, Franco Califano, Sergio Cammariere, Anna Oxa e Zucchero, tra gli altri.

Con il suo inseparabile violino, Olen calca i palchi più importanti del mondo come quello dell’Eurofestival e, in Italia, suona nei contesti più popolari, dal Festival di Sanremo al Concerto del Primo Maggio a piazza San Giovanni a Roma. È inoltre protagonista di suggestive performance anche alla presenza di capi di stato e al cospetto di San Giovanni Paolo II. Tra le più recenti onorificenze si annoverano quella conferita dalla Comunità Europea nel 2012 per la promozione delle attività artistiche in Europa e l’Ischia Music Global Award nel 2014.

Il suo primo album si intitola “Unexpected” ed è un percorso musicale intorno al mondo che evoca luoghi lontani. Si piazza subito al primo posto della classifica di iTunes nella sezione Italia/World Music. La tracklist contiene nove grandi classici e quattro brani inediti con la collaborazione di grandi musicisti ed interpreti: le affascinanti voci della brasiliana Rosalia de Souza, di Massimo di Cataldo, Fabrizio Bosso, Tony Levin, Luca Bulgarelli, Shama Milan, Daniele di Bonaventura, Amedeo Ariano, Jack Tama e Simone Haggiag. Tra le perle dell’album ci sono “Anema e Core” con la voce di Lucio Dalla e il pianoforte di Sergio Cammariere e "A kanë ujë ato burime" cantata della connazionale e cara amica Elsa Lila.

Accompagnato dalla sua band, International Clandestine Orchestra (ICO), Olen Cesari ha portato la versione live dell’album in giro per l’Europa con grandi consensi di pubblico e di critica. Il suo spettacolo è uno straordinario viaggio attraverso il mondo tra i brani più famosi della musica internazionale. A fare da scenografia alle note, suggestive immagini degli oceani e delle meraviglie sommerse.

“Ho scelto il mare come cornice dello spettacolo – spiega il Maestro Olen Cesari – non solo perché sono nato a Durazzo ma anche per sensibilizzare gli spettatori al rispetto e all’amore per l’ambiente. Proprio il mare sempre più spesso sta diventando tragicamente la tomba di migliaia di migranti e della loro speranza in un futuro migliore. A queste anime dedichiamo il nostro concerto”.

La sua band, International Clandestine Orchestra, è un gruppo multietnico,  composto da sei musicisti di sei diverse nazionalità provenienti da tre continenti. Sul palco insieme all’eclettico violinista: uno dei più importanti cantanti cubani Shama Milan, membro del Sestetto National de Cuba; al pianoforte “mister armonia” il sudafricano Michael Rodi; alle percussioni “il millemani” peruviano Gabriel Gagliarini, al basso e contrabbasso il napoletano Paolo Cozzolino, uno dei più grandi esperti della musica partenopea; alla batteria l’argentino Raul Sceba, noto anche per la sua presenza nell’Orchestra di piazza Vittorio. Il suono della International Clandestine Orchestra è affidato alla grande professionalità di Alessandro Aloisi.

Il prossimo live, all’Auditorium Parco della Musica di Roma giovedì 27 novembre nella Sala Sinopoli alle ore 21, sarà un’occasione da non perdere. Per godere del vasto ed estroso repertorio di Cesari che con grande intensità e raro talento porta lo spettatore in un percorso musicale che emoziona, incanta e trascina verso un melting pot di voci e colori. Dalle note de “Le danze ungheresi” di Johannes Brahms, passando per la Tarantella di Rossini in un crescendo di suoni e ritmi si arriva ai Led Zeppelin e Jimi Hendrix: un viaggio suadente e totalizzante sull’onda della musica.

I biglietti, da 15 a 25 euro, si possono ancora trovare al sito Listicket.com oppure al 060608.

Per ulteriori informazioni: Olen Cesari & ICO Roma 27/11/2014