Grande successo per la rassegna “Albania nel suo Cinema” - Shqiptari i Italisë

Veprimtari
“Albania nel suo Cinema”, la rassegna in corso alla Casa del Cinema di Roma sta riscuotendo un grande interesse tra il pubblico romano.

Albania nel suo CinemaIl 2 giugno, il giorno dell’apertura, non una ma ben due sale della Casa del Cinema al Largo Mastroianni 1, non sono bastate per contenere le centinaia di persone venute per l’occasione.

L’evento, il primo a Roma del suo genere, organizzato dall’Associazione Occhio Blu-Anna Cenerini Bova, porta otto dei migliori film albanesi degli ultimi anni che non hanno una distribuzione in Italia, dando a loro e al pubblico un’opportunità unica.

Sabato la rassegna è stata presentata dall’Ambasciatore Mario Bova, presidente di Occhio Blu-Anna Cenerini Bova, dal grande regista italiano Giuliano Montaldo, dal giornalista e regista Roland Sejko, dal direttore del Centro Albanese della Cinematografia Artan Minarolli e dall’Ambasciatore albanese a Roma Llesh Kola.

Subito dopo la presentazione della rassegna, il pubblico ha seguito i film Slogans di Gjergj Xhuvani, presentato da Ylljet Aliçka, sceneggiatore del film, e Kolonel Bunker di Kujtim Çashku. Quest’ultimo è stato presentato dal regista, che dopo la proiezione ha risposto a domande e curiosità del pubblico fino a note fonda.

Domenica, 3 giugno le proiezioni sono cominciate in mattinata con Honeymoons di Goran Paskaljevic, per continuare di pomeriggio con  Tirana Anno Zero di Fatmir Koci.

Grande evento di domenica è stato La tristezza della signora Schneider di Pirro e Eno Milkani: il film è stato presentato dal regista Milkani assieme a Gianni Ameglio, il regista italiano di L’America, durante le riprese del quale i due registi si sono conosciuti. Alla fine del film, una bella sorpresa per il pubblico è stato il saluto di Michele Placido, amico di Milkani che nel film ha una piccola parte.

L’ultimo film di ieri è stato Notte senza Luna di Artan Minarolli presentato da quest’ultimo.

Tutti i film hanno avuto la sala piena di spettatori che hanno apprezzato molto questo estratto della cinematografia albanese.

La rassegna ha avuto un’inattesa ecco sui media italiani. L’evento è stato riportato su tutti i maggiori quotidiani, i siti di cultura, radio rai, radio citta futura. Nei prossimi giorni, RAI3 dedicherà uno speciale sull'evento.

Oggi in programma gli ultimi due film della rassegna (con repliche domani): La morte del Cavallo di Sajmir Kumbaro (ore 18.30) e Amnistia di Bujar Alimani (ore 21.00) in presenza dagli autori.

{gallery}albania-nel-suo-cinema{/gallery}