Omaggio all'Albania. "Concerto Con i Grandi della Musica Classica" - Shqiptari i Italisë

Veprimtari

A Milano si festeggia il giorno dell’Indipendenza dell’Albania

Illyricum -Centro di Cultura Albanese, con il patrocinio del Consolato Generale della Repubblica d’Albania a Milano, organizza Omaggio all'Albania - "Concerto Con i Grandi della Musica Classica". Il 27 novembre, alle ore 19.30, al Circolo Della Stampa Di Milano (Corso Venezia 48, Milano)

Al pianoforte, Elda Laro, concertista albanese di fama europea, si esibirà per il pubblico proponendo una selezione di brani del suo ampio repertorio classico.

Il programma della serata

W. A. Mozart
Fantasia in re minore k 397

L. V. Beethoven
Sonata quasi una fantasia op.27 nr 2
Adagio sostenuto
Allegretto
Presto agitato

F. Chopin
Notturno op. 9 nr 2
Ballata in fa minore op.52 nr 4

V. De Meglio
Seconda fantasia per pianoforte op. 15 sull'opera di Norma di V. Bellini

F. Chopin / G. Verdi/ A. Tomarchio
Fantasia di Valzer

F. Chopin
Andante Spianato e Grande Polonaise Brillante op. 22

Segue un Brindisi

Elda Laro

Nata a Scutari (Albania), a soli 11 anni grazie al Ministero degli Affari Interni viene affidata ad una delle figure più illustri del panorama pianistico della nazione, la pianista Margarita Kristidhi presso l’Accademia Musicale di Alto Perfezionamento di Tirana. Nel 1989 vince una borsa di studio che le consente di completare gli studi pianistici all’estero sotto la guida del M° Remo Remoli, al Conservatorio di Torino, dove vince altre due borse di studio come migliore allieva.
Diplomatasi nel 1994 con il massimo dei voti, la lode e la menzione speciale, desiderosa di entrare in contatto con il linguaggio musicale contemporaneo, si trasferisce a Parigi dove, grazie ad una borsa di studio della fondazione Academie de Villecroze prosegue gli studi con il luminare della musica contemporanea francese, il pianista Claude Helffer.

Nel 1996 entra a far parte dell’Hochschule Mozarteum di Salzburg perfezionandosi con il pianista Alfonso Kontarsky.

Rientrata in Italia, si perfeziona nel repertorio cameristico sotto la guida del Trio di Milano (Accademia di Fiesole). Completa infine la sua formazione tastieristica, diplomandosi nel febbraio del 2007 in clavicembalo con il M° Salvatore Carchiolo presso l’Istituto Musicale Vincenzo Bellini di Catania.
Molto intensa è la sua attività quale maestro collaboratore, iniziata con un periodo di formazione presso l’Accademia della Scala di Milano dal 1997 al 1999 (partecipando a numerosi allestimenti del Teatro alla Scala), e proseguito presso varie altre istituzioni (Ravenna Festival, Orchestra Arturo Toscanini di Parma, Orchestra Verdi di Milano, Teatro Carlo Felice di Genova, etc..). Dal 2000 è pianista collaboratore presso il Teatro Massimo Bellini di Catania. Nel 2005 ha svolto l’incarico di maestro collaboratore al Festival di Erl (Austria), su invito del M° Gustav Kuhn (per Das Ring der Nibelungen di Wagner ed Elektra di Strauss), e nel 2003, 2005, 2007 al Teatro Regio di Torino (Semiramide di Rossini, Ernani di Verdi e Werther di Massenet). Ha collaborato inoltre, per concerti e masterclass con noti cantanti quali: Simone Alaimo, Renato Bruson, Mirella Freni, Carlo Bergonzi, Fiorenza Cossotto, Gabriella Tucci, Denia Mazzola Gavazzeni, Giuseppe Giacomini, Dimitra Theodossiu, Marcello Giordani e con direttori quali James Levine, Mstislav Rostropovich, Marc Soustrot, Gustav Kuhn e Antonello Manacorda.

Ha vinto inoltre audizioni come Aiuto Maestro del Coro al Teatro Bellini, risultando finalista per il medesimo ruolo all’Opera Bastille di Parigi nel 2003.
Continua a svolgere un’intensa attività solistica e cameristica per istituzioni di riferimento, tra cui il Festival di Aix-en-Provence (per il corso di Anner Bylsma nel 2005), l’Unione Musicale di Torino, Gli Amici della Musica di Firenze, I Pomeriggi Musicali di Milano etc…. E’ vincitrice di concorsi cameristici fra i quali: Primo Premio Assoluto in Trio al Concorso di Moncalieri (TO) (1991), Primo Premio in Duo alla Rassegna di Vittorio Veneto (1996), Primo Premio Assoluto in Duo al Concorso di Grosseto (2000). Si è esibita da solista, eseguendo il Concerto n.2 di Chopin (Aosta, 2002) e il Concerto K414 di Mozart con l’Orchestra Balkan Symphonjeta, al Museo Maffeiano di Verona, dove è stata invitata diverse volte, nonché in un recital pianistico alla Sala Cotroceni di Bucarest (2008).
Nel 2009 riceve il Premio Danzuso dall’Associazione Amici della Musica (SCAM) di Catania.

Tra i suoi ultimi impegni: un Recital con il soprano Gabriella Costa nel Foyer del Teatro La Fenice di Venezia con musiche di compositori del ‘900, l’inaufurazione della Fondazione Marcello Giordani (della cui Accademia, in collaborazione con il Teatro Bellini di Catania, fa parte come pianista accompagnatrice) all’Athletic Club di New York, Orfeo ed Euridice di Gluck al Teatro Bellini di Catania (in qualità di clavicembalista), un Recital a Bucarest ed uno per gli Amici del Loggione a Milano, due Recital con il soprano Dimitra Theodossiu a Catania.
Dal 2009 fa parte della Di. Es. Is. Academy di Roma come pianista accompagnatrice.

Tra i suoi prossimi impegni: un Recital al Teatro Bellini di Catania in occasione del Premio Bellini d’oro, concerti in Spagna e Tunisia con il tenore Steven Mullan ed il mezzosoprano Sarah M’punga, un Recital a Positano per la Fondazione Wilhelm Kempf.

Illyricum - Il Centro di Cultura Albanese - Milano

Fondato da un gruppo di intellettuali, artisti ed operatori della cultura e del terzo settore, il Centro di Cultura Albanese si propone di diffondere in Italia la conoscenza della storia e della cultura dell’Albania, favorire l’integrazione della comunità albanese e promuovere lo sviluppo delle relazioni culturali, sociali ed istituzionali tra i due paesi.

Nato dalla volontà di mettere in comune le risorse e l’esperienza pluriennale di diversi partner, il Centro è attualmente presente con proprie sedi in Piemonte e Lombardia, ma svolge la sua attività anche in altre parti del territorio nazionale, sempre in collaborazione e con il sostegno delle collettività locali.

Nello svolgimento della propria attività, il Centro, - che beneficia del supporto e della collaborazione di diverse organizzazioni, pubbliche e private, in Italia e in Albania, – si avvale del coinvolgimento attivo di rappresentanti di spicco del mondo accademico, culturale e letterario albanese e del lavoro di decine di volontari.